LABORATORIO DI DISEGNO AUTOMATICO

Crediti: 
3
Settore scientifico disciplinare: 
DISEGNO (ICAR/17)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comprendere:
Al termine del corso lo studente avrà ottenuto una alfabetizzazione di base relativa ai principali programmi di disegno informatizzato per la corretta gestione degli elaborati grafici di progetto, affinando la comprensione della logica sottesa al disegno informatizzato, in relazione all’esperienza di disegno tradizionale già effettuata nel corso di Disegno, per individuare i comandi più utilizzati e creare un proprio modus operandi personalizzato.

Competenze:
Alla fine del percorso di studio lo studente avrà sviluppato la capacità di utilizzare in modo autonomo il principale programma di disegno informatizzato, Autocad,al fine di rappresentare in modo corretto gli elaborati tecnici progettuali bidimensionali e tridimensionali.

Autonomia di giudizio:
Al superamento dell’esame lo studente dovrebbe aver sviluppato la capacità di valutare criticamente l’applicazione di diverse tecniche di disegno informatizzato applicate alla rappresentazione di un edificio.

Capacità comunicative:
Al superamento dell’esame lo studente dovrebbe aver maturato una sufficiente proprietà di linguaggio grafico, quanto meno per quanto attiene le capacità comunicative espresse grazie all’utilizzo corretto dei programmi utilizzati nell’insegnamento.

Capacità di apprendimento:
Le attività laboratoriali, unitamente al lavoro finale richiesto, hanno lo scopo di introdurre lo studente ai più recenti sviluppi in termini di utilizzo di un programma di disegno informatizzato e di elaborazione grafica finale: lo studente dovrebbe aver maturato le conoscenze e competenze di base della disciplina per affrontare, in futuro, un approfondimento autonomo di tali aspetti.

Prerequisiti

Si consiglia, come propedeuticità, di aver già sostenuto l’esame di Disegno.

Contenuti dell'insegnamento

In dettaglio, le comunicazioni saranno così articolate:
I principi fondamentali di Autocad: il concetto di scala; il concetto del lavoro su più livelli (da cui la creazione di un disegno prototipo utilizzando diversi layers); attributi dei layers (colore, tipo di linea, ecc.); disegnare una linea senza riferimenti (ortho on e ortho off); la visualizzazione all’interno di Autocad.
Disegnare le entità fondamentali (punti, linee, polilinee, archi, circonferenze, ecc.) utilizzando le coordinate di Autocad; gli angoli in Autocad; snap ad oggetto; i retini. Interrogare le entità disegnate: i comandi lista e distanza.
Alcuni comandi atti a modificare le entità disegnate: cancella, copia, sposta, offset, raccorda, cima, specchio, serie ruota allinea, stira, scala, taglia, estendi, esplodi.
Scrivere con Autocad.
Modificare gli attributi delle entità disegnate: cambia proprietà, modifica testo.
Composizione e impostazione di una tavola. Disegno di una pianta sul file prototipo.
Disegno di un prospetto e di una sezione. La quotatura in Autocad.
La stampa con Autocad. Creazione di file .ctb.
Cenni sui principali comandi di disegno tridimensionale.
L’editing: cenni sull’utilizzo di Photoshop per l’impaginazione degli elaborati grafici.

Bibliografia

G. Koser, D. Zirwas: “Fondamenti di Autocad. Un approccio progressivo”, Pearson, 2008
V. Caffi, L. De Andrea: “Modellazione 3D con Autocad. Dal modello alle viste”, Pearson, 2010

Metodi didattici

Il laboratorio di Disegno Automatico si svolgerà presso i Laboratori di Informatica di Base della sede didattica di Ingegneria e sarà costituito da comunicazioni atte a fornire le nozioni di base sull’utilizzo delle strumentazioni informatiche volte alla restituzione grafica degli elaborati.
Vista la sua larga diffusione, la scelta del software con cui eseguire le esercitazioni (che saranno assegnate durante il laboratorio) è caduta su AutoCAD per Windows, nella versioni disponibili presso i laboratori di Informatica di Base della facoltà.
Durante le lezioni saranno spiegate le nozioni fondamentali e i comandi essenziali affinché sia possibile procedere alla realizzazione di qualsiasi tipo di disegno bidimensionale e tridimensionale già nell’esecuzione delle esercitazioni assegnate.

Come lavoro finale, a conclusione del Laboratorio di Disegno Automatico sarà richiesta l’esecuzione al CAD della tavola in A1 già effettuata manualmente durante il corso di Disegno, applicando le nozioni apprese relativamente ai comandi principali del programma di Disegno utilizzato, nonché, ovviamente, dei principi della rappresentazione dell’edilizia alle diverse scale, già affrontati durante il corso di Disegno.
In dettaglio la tavola dovrà contenere: l’inquadramento urbano dell’oggetto nel contesto in scala 1:1.000/1:500, le piante (almeno una deve essere completa di quote), i prospetti e le sezioni in scala 1:100, un’assonometria obliqua militare (scala 1:100 o 1:200), una prospettiva accidentale del fabbricato preventivamente concordato con la docenza e comune al corso di Disegno.
Gli elementi edilizi dovranno essere composti in un’unica tavola grafica, in formato A1 (84 x 59,4 cm), posta in orizzontale.
Per essere ammessi all’esame finale è obbligatorio rispettare le consegne assegnate durante il laboratorio ed effettuare almeno una revisione della tavola finale (stampata) come sarà indicato della docenza durante il laboratorio.
Il file prototipo da utilizzare come riferimento e ogni altro materiale in formato digitale sono disponibili sul sito: www.unipr.it/arpa/dipcivil/chiara_vernizzi/index.htm

Modalità verifica apprendimento

La valutazione finale avverrà attraverso l’esame della stampa degli elaborati grafici realizzati con il programma di disegno informatizzato prescelto ed utilizzato durante il laboratorio.

Redazione di un elaborato 75% così suddiviso
Esplicitazione degli aspetti teorici (conoscenza)
Applicazioni grafiche (competenza)
Scelta autonoma delle modalità di rappresentazione
(autonomia di giudizio)

Verifica orale 25% così suddiviso
Domande teoriche (conoscenza)
Applicazione dei comandi (competenza)
Proprietà di esposizione (capacità comunicativa)